RF13 in corso!

RF13_Snapseed
RF13

La locandina del XIII Ritiro Filosofico che si sta svolgendo.

Come largamente anticipato sui nostri canali social e sul nostro sito questo fine settimana si svolgerà il XIII Ritiro Filosofico (RF13) dal titolo La rivelazione e i suoi usi teologico-politici. Le pubblicazioni torneranno regolari dalla prossima settimana, e a breve saranno visibili sul nuovo sito a cui stiamo lavorando. Per cui: continuate a seguirci e ad attingere al nostro archivio per proseguire con un po’ di letture filosofiche.

Di seguito una breve introduzione al Ritiro che si sta svolgendo:

Il XIII Ritiro Filosofico si snoderà entro quattro, intense, sessioni di lavoro, ognuna composta da una relazione del professor Filippo Mignini alla quale seguirà una tavola rotonda, che vorrà approfondire e analizzare, attraverso le peculiarità filosofiche di ogni partecipante, la tematica appena trattata. La solita (e solida) formula che caratterizza ogni ritiro filosofico sarà riproposta anche quest’anno, con al centro della discussione una questione fondamentale ancor’oggi, quella della rivelazione e dei suoi usi teologico-politici. Sebbene tale problematica può apparire come oramai superata e oggetto unicamente del passato, in realtà continua a mantenere la sua tensione all’interno della narrazione teologico-politica odierna.

Il professor Filippo Mignini, ordinario di Storia della filosofia all’Università di Macerata, grande studioso del pensiero di Baruch Spinoza, ci condurrà al cuore del problema affrontando in quattro tappe gli snodi più decisivi. La prima sessione sarà dedicata all’analisi della divinità nelle culture antiche, attraverso la lettura anche di testi tratti dall’Odissea omerica e brani dell’Antico Testamento. Il rapporto della divinità stessa con gli uomini, che possiamo definire senza dubbio rivelazione, verrà contestualizzata e ampliata, nella seconda sessione, alla ricerca di uno spessore teoretico e filosofico diverso. Sarà allora Tommaso D’Aquino l’interlocutore che, mediante la sua opera di unione di filosofia e teologia, tenterà di dare un connotato più strutturato al concetto di rivelazione, mostrandocene anche, incoate, alcune delle sue derive teologico-politiche. A questo linguaggio tendente alla teologia, dunque, sarà accostato quello invece prettamente filosofico di Baruch Spinoza il quale, nel Trattato Teologico-Politico e nel Breve trattato analizza la questione della rivelazione e della profezia, sia sul piano scritturale che strettamente filosofico. Egli sarà il cuore di quella critica alla teologia-politica che ha cercato una legittimazione politica, appunto, mediante il dispositivo di rivelazione. Un dispositivo che getta un’ombra di oscurità sulla conoscenza del reale alla quale Spinoza, ma anche Kant e Fichte (protagonisti dell’ultima sessione di lavoro), tentano di rimediare attraverso la luce dell’intelletto e della ragione filosofica.
Questo percorso storico-filosofico, però, non dovrà solo servire a ripercorrere alcuni dei momenti della storia del pensiero occidentale, ma sarà il punto di partenza per sviluppare una discussione che abbia ricadute sull’oggi. A tal proposito le tavole rotonde che seguiranno le lezioni hanno l’intenzione di affrontare, a partire da ciò che la relazione del professor Mignini avrà delineato e chiarito, tematiche ancora oggi attuali e vicine a noi. In questo modo si porterà in atto ciò che ritiri filosofici ha sempre cercato di perseguire: un fare filosofia che non sia sterile speculazione, ma sia pensiero critico e coscienza del tempo presente.

 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © Ritiri Filosofici 2019