Tag Archives: realismo

Fantasia al potere? È la Chiesa cattolica, bellezza! (III)

young-pope-mostra

Se i temi dell’amore e dell’esistenza di Dio sono importanti, quello sul potere della chiesa è il tema di fondo che agita fin dall’inizio la serie tv The Young Pope di Paolo Sorrentino. La ragione per cui il potere suscita così tanta avversione nasce dal fatto, confida il cardinale Voiello ad un suo assistente, che esso è conoscenza e governare significa prima di tutto conoscere i segreti degli uomini. Machiavellica, cinica o realista che dir si voglia è questa la ricetta che ha permesso alla chiesa di dirigere le coscienze e i destini di miliardi di persone nel corso di due millenni e di definirsi a buon diritto esperta di umanità. «Ma la chiesa muore di vecchiaia», lamenta ansimante un vecchio cardinale tra una boccata d’ossigeno e un tiro di sigaretta. «La chiesa sta diventando marginale» ripete un altro, tanto che al papa non rimane che ricevere in Vaticano il primo ministro della Groenlandia dove vive una delle ultime comunità cattoliche rimaste al mondo (magari pure senza un perché, come canta Nada in sottofondo). Le omelie del pontefice sono ormai sempre meno seguite e piazza san Pietro si svuota ogni giorno di più. Ma è proprio questa la situazione odierna della chiesa cattolica? Siamo davvero di fronte al declino dell’istituzione più longeva e potente della storia, erede dell’impero romano, madre dell’Europa, custode della tradizione religiosa dell’occidente? Nel corso dei secoli le previsioni circa la sua dissoluzione non sono mai mancate, soprattutto negli ultimi cinquecento anni quando prima la riforma luterana e poi l’illuminismo le hanno inflitto colpi micidiali. Movimenti generati dalle stesse radici cristiane si dirà e comunque, nonostante le profezie più pessimistiche, la chiesa è sempre riuscita a sopravvivere e a reagire agli annunci di morte assistendo spesso alla rovina dei suoi nemici. Quali sono allora le ragioni della sua forza spesso celate dietro la sua apparente debolezza?

Continue Reading

Ignoro dunque sono.

Vi propongo un articolo scritto dal Dott. Germano D’Abramo, fisico e cultore di interessi filosofici. Credo sia estremamente interessante oltreché utile per arricchire il dibattito proposto dopo la pubblicazione dell’intervista a John Searle.

 

A colloquio con John Searle, l’ultimo monista.

Nella ricerca di una nuova metafisica, proponiamo un’intervista a John Searle, filosofo americano etichettato in vario modo (filosofo della mente, del linguaggio ecc.), apparsa nell’ultimo numero di Hohe Luft, periodico filosofico tedesco che si rivolge, come dice l’occhiello, “a tutti quelli che hanno voglia di pensare”.

Copyright © Ritiri Filosofici 2017